Nuova sala compressori per Industry 4.0

  • CLIENTE

    Fonderie Alluminio Tazzari SPA

    PROGETTO

    Realizzazione nuova sala compressori con impianto di distribuzione compatibile con Industry 4.0

INFO SUL PROGETTO

Quando ottimizzare vuol dire risparmiare

La sfida
Come ogni fonderia, la Fonderia Alluminio Tazzari ha un fabbisogno di grosse quantità di aria compressa con picchi molto variabili 24 ore su 24. I fattori strategici sono il controllo dei consumi energetici, la sicurezza e la continuità della fornitura.

La soluzione BOGE
Gruppo integrato di tre compressori (1 S 111-4 LF e 2 SL 101-3) più due essiccatori gestiti da centralina con Airtelligence provis 2.0 per assicurare la disponibilità continua dell’aria compressa, la scorta e il sistema di backup.

Il risultato
L’azienda è ora in grado di soddisfare totalmente il proprio fabbisogno di aria compressa in massima sicurezza anche a fronte di picchi molto variabili con un risparmio del 20% annuo. Compatibilità totale con i nuovi impianti Industry 4.0 della fonderia.

Guarda il video

    X

    Spesso cambiare dei macchinari ormai obsoleti è una grande occasione per riguadagnare competitività. Quando Tazzari ha deciso di intraprendere la strada indicata da Industry 4.0, non si è lasciata sfuggire l’occasione di aggiornare anche il parco compressori. Del resto l’aria compressa è una risorsa strategica per le fonderie, che ne fanno un consumo continuo in molteplici tipi di lavorazione. Bisognava quindi assicurare scalabilità, flessibilità e sicurezza del rifornimento. L’altra sfida era risparmiare, in un mercato dove ormai la competizione si gioca oltre che sulla qualità anche sul prezzo.

     

    La soluzione proposta al cliente ha utilizzato tutta la capacità del sistema Airtelligence provis 2.0, in grado di gestire un gruppo di compressori scalandone velocemente la quantità di aria compressa in output e ottimizzandone l’usura e i carichi, in combinazione con un gruppo di macchine BOGE S 111-4 LF, molto flessibili e che producono solamente la quantità d’aria compressa desiderata.

     

    In questo modo si è riusciti a raggiungere un taglio dei consumi elettrici di circa il 20%, pur assicurando al cliente una fornitura sicura e 24ore su 24 grazie alla capacità di Airtelligence provis 2.0 di gestire le situazioni critiche ridistribuendo adeguatamente il carico su tutto il sistema. Il calore dissipato viene infine recuperato attraverso uno scambio integrato  e reimpiegato in un sistema di riscaldamento dell’acqua per i sanitari dell’azienda.

     

    Leggi di più Tazzari:

    http://www.tazzari.com/it/

     

     

     

Leggere rapporto di progetto